Sviluppo IoS Parte prima : Workflow

Partire da zero con un nuovo ambiente di sviluppo (XCode) e un nuovo linguaggio (Swift) non è un’attività proprio banale. Ho passato una settimana a fare prototipi e a leggere documentazione sia sul linguaggio che sull’ambiente di sviluppo, cercando di comprendere il workflow di sviluppo e le linee guida.

Ho cercato nel corso dell’apprendimento di sviluppare un prototipo che avesse le funzionalità che mi sono state richieste per lo sviluppo dell’applicazione :

  • Caricare dati da API remote tramite Json
  • Ricevere e gestire notifiche
  • Collegarsi con Facebook per ricevere aggiornamenti da una pagina
  • Gallerie fotografiche
  • Pagine informative

Da dove partire?

Il primo passo è quello di avere  avere un account di sviluppo per apple.

Il passo successivo è quello di aggiornare il proprio IDE di sviluppo. Non sono fanatico delle beta, ma in questo momento Swift 3 è rilasciato con XCode 8 che è appunto una beta. Si installa fuori dallo store ed è un file di circa 4 gb.

Una volta implementato l’ambiente si può partire con un un semplice progetto pilota che non fa altro che compilarsi e visualizzarsi nell’emulatore. Una nota di merito, l’emulatore è molto veloce soprattutto se lo confrontiamo con quello messo a disposizione da Android Studio. Si tratta tuttavia sempre di un emulatore. Se si vuole sviluppare in ambiente IoS un “ferro” bisogna comprarselo. Fortunatamente in IoS non è presente la matrice “Produttore – Versione”. Abbiamo pochi sistemi operativi ed un numero relativamente limitato di modelli in circolazione.

Ora che abbiamo il nostro IDE e abbiamo lanciato il nostro primo applicativo, ricominciamo da capo! Cominciamo dalle basi. Per sviluppare un’applicazione è necessario conoscere le linee guida fornite da Apple. Il processo di revisione e pubblicazione è infatti più complesso e accurato. Conoscere come presentare al meglio l’applicazione è fondamentale.

Il workflow descritto da Apple è il seguente : Design, Develop, Distribute.  Per ogni dispositivo sono presenti delle linee guida per il disegno dell’interfaccia.

schermata-2016-09-18-alle-09-58-47

 

Il secondo step è quello di conoscere il linguaggio di sviluppo e l’IDE. Nella parte develop troviamo la reference alle API, le guide e del codice di esempio.

 

schermata-2016-09-18-alle-10-01-35

 

L’ultimo step è quello della distribuzione.

schermata-2016-09-18-alle-10-07-33

 

Negli articoli successivi descriverò nel dettaglio il workflow  e vi fornirò alcuni link interessanti su come impostare il progetto.

 

Lascia un commento